listino degli extra: 3 Risultati
...

Dopo il made in Germany, anche il Made in Japan subisce un duro colpo. Il comparto auto rischia di dover far fronte a richiami la cui portata non è ancora prevedibile.Nel paese del Sol Levante dove dopo gli airbag difettosi di Takata (un centinaio di milioni di auto richiamate), dopo le irregolari dichiarazioni sui consumi di Mitsubishi e dopo gli ispettori non qualificati di Nissan per il collaudo finale delle auto è deflagrato il caso Kobe Steel.   Il colosso dell’acciaio - è il terzo maggior produttore del Giappone - ha ammesso di aver falsificato i dati relativi agli standard di resistenza e durata di alcuni prodotti in polvere di ferro, alluminio e rame, senza che gli attuali amministratori ne fossero a conoscenza. Anche se le verifiche riguardano in particolare gli ultimi anni, i vertici della società non sono stati in grado di escludere che le procedure illecite po......

Acquistare un’azienda per di ottomila auto in ritardo. La sintesi è brutale, ma la decisione di Bosch di rilevare l’italiana Albertini Cesare Spa è legata alla mancata fabbricazione di 8.000 auto BMW.   Nei giorni scorsi, la casa bavarese aveva dovuto rallentare la produzione in diversi siti, tra Germania (Monaco e Lipsia), Cina e Sud Africa, dei modelli Serie 1, 2, 3 e 4 a causa della insufficiente disponibilità di un componente, in particolare il sistema di sterzo ad assistenza elettronica. BMW aveva messo al lavoro una task force per risolvere in tempi rapidi il problema e aveva auspicato che Bosch, in qualità di fornitore a capo della filiera, si assumesse le proprie responsabilità nella vicenda.   La voce che il pezzo mancante dovesse arrivare dall’Italia erano circolate fin dall’inizio, ma il nome della società interessata è stato fatto da Bosch solo con......

 LIVE CHAT